CoursePower analizza il comportamento degli studenti delle università giapponesi

 //

In occasione del meeting annuale “Academic Exchange for Information Environment and Strategy (AXIES)” in corso in questi giorni a Kobe, Fujitsu, in collaborazione con la Yokohama National University (YNU) lancerà il prototipo di un’applicazione di Learning-Management System per la stessa università.

La collaborazione tra YNU e Fujitsu dura ormai da due anni: nel 2010, infatti, l’università giapponese ha adottato CoursePower, il primo sistema di learning management creato da Fujitsu, che permette di analizzare i dati ottenuti per indagini interne sul comportamento accademico e sui livelli di soddisfazione degli studenti.

Il programma nel corso degli anni si è evoluto: nuove funzionalità permettono ora di analizzare e classificare il livello di preparazione degli studenti, la partecipazioni a corsi e lezioni così come le abitudini nell’affrontare gli esami finali. Comparando i risultati ottenuti, gli insegnanti possono comprendere meglio alcuni lati del comportamento accademico che hanno un impatto considerevole sull’apprendimento, così da offrire insegnamenti “su misura” calibrati secondo le esigenze degli studenti.

Dall’altro lato, semplifica e guida la scelta degli studenti tra le svariate facoltà di cui le università giapponesi ormai si compongono, fornendo un’analisi di benchmark sui vari corsi a seconda dei livelli di soddisfazione.

Una delle ragioni fondamentali per cui questo progetto è nato va individuata nel rapido progresso del processo di globalizzazione, che, associato a un calo delle nascite, ha portato le università giapponesi a doversi confrontare con un contesto internazionale sempre più competitivo. Le leggi statali ormai obbligano le università a pubblicare i risultati dei loro sondaggi interni, a dimostrazione della qualità dell’università stessa.

YNU e Fujitsu stanno pianificando di espandere e promuovere l’uso di applicazioni quali CoursePower al fine di far diventare lo strumento analitico all’interno del contesto educazionale un vero e proprio trend globale, con vantaggi sia per i professori che per gli studenti, oltre che per gli enti pubblici che gestiscono il sistema.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email to someone
 //

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>