Come l’ICT può aiutare ad adattarci ai cambiamenti climatici

 //

adattarci-ai-cambiamenti-climatici-smallL’ICT è uno degli strumenti principali da impiegare per favorire la sostenibilità e per permettere ad aziende e organizzazioni di ridurre il proprio impatto sull’ambiente. Ora però l’attenzione si sta focalizzando anche su l’ICT possa essere utilizzato per adattarsi ai cambiamenti climatici.

Sensori remoti, satelliti, GIS (Geographical Information Systems), big data analytics e supercomputer combinati con device mobili, smartphone, Wi-Fi, Internet, social media, cloud, possono essere d’aiuto in applicazioni potenti, flessibili ed efficaci in questo senso.

Ad esempio, sistemi di monitoraggio avanzati possono fornire delle informazioni in tempo reale alla comunità in caso di pericoli dovuti a fenomeni meteorologici estremi.

L’ICT, inoltre, può essere un utile strumento per l’agricoltura. Nel 2010 la FAO ha lanciato la Climate-Smart Agriculture (CSA) initiative per sviluppare tecniche e stimolare investimenti per una agricoltura sostenibile.

Un altro trend in atto è quello della “democratizzazione dell’informazione”, cioè la possibilità di condividere liberamente dati e informazioni, inclusi software open source, favorendo, nei paesi in via di sviluppo, l’accesso a expertise e a strumenti e software specialistici.

È difficile individuare quali impatti siano effettivamente causati dai cambiamenti climatici derivati dai comportamenti umani ma il ruolo dell’ICT in questo campo è destinato sicuramente a diventare sempre più importante.

Clicca qui per leggere l’articolo intero su Sustainability Perspectives.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email to someone
 //

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>