Oltre al gaming: la Realtà Virtuale (VR) nel lavoro

 //

La realtà virtuale (VR) sta cambiando il mondo dell’intrattenimento. Camminare tra i dinosauri nelle foreste di Jurassic Park, sparare agli alieni in pianeti lontani: le persone oggi possono esplorare infiniti nuovi mondi, vivendo il tutto come se fosse vero. Ma la VR non è usata solo per trasportare i gamer in ambienti fantastici. I professionisti possono anche immergersi in realtà che non esistono oggi, ma che devono ancora essere realizzate.

Realtà Virtuale

Gli architetti usano la VR per poter sperimentare nuovi progetti di edifici. I designer la sfruttano per creare nuovi concept per veicoli. Gli usi della realtà virtuale nella progettazione sono innumerevoli, ma questa tecnologia può spingersi ben oltre. Può anche essere usata per creare più engagement dei clienti, aiutandoli a connettersi in modo emozionale e aumentando le probabilità di acquisto.
Per esempio, non c’è modo migliore per un cliente di poter scegliere la propria casa, provandola prima attraverso la realtà virtuale.
Quando bisogna scegliere il colore, i materiali e gli accessori di una macchina, è possibile configurarli e provarli attraverso la VR, confrontando la comodità dei sedili di guida.
La realtà virtuale sta cambiando anche il modo in cui le aziende si approcciano alla formazione.
I chirurghi possono provare a eseguire operazioni rischiose su corpi virtuali. Gli astronauti possono acquisire dimestichezza con mansioni difficili, prima ancora di partire per una missione.

Gli operai edili possono essere formati sulle procedure di sicurezza e su come comportarsi in caso di incidenti o di pericolo, il tutto nel confort di un ufficio. La realtà virtuale consente inoltre di formare meglio le persone, perché rispetto all’insegnamento tradizionale, fa lavorare una parte diversa del cervello che permette di conservare più a lungo le informazioni.

Ovviamente, il modo migliore per scoprire davvero le nuove e sorprendenti applicazioni della realtà virtuale nel mondo del lavoro è “toccarle con mano”. L’Autodesk VR Center of Excellence a Monaco di Baviera in Germania, offre la possibilità di farlo e Fujitsu è molto orgogliosa di aver loro fornito tre workstation FUJITSU CELSIUS M740 ‘VR Ready’ con scheda grafica dual NVIDIA Quadro per display HTC Vive head-mounted (HMDs).
Fujitsu si sta inoltre impegnando per offrire ai propri clienti una scelta molto più ampia di workstation dedicate alla VR professionale. Il nuovo FUJITSU CELSIUS W570power+, per esempio, è attualmente la desktop workstation ‘VR Ready’ più compatta presente sul mercato, mentre con la workstation mobile FUJITSU CELSIUS H970 è possibile portare la realtà virtuale ovunque si voglia.

Per scoprire di più sulle applicazioni, il workflow e le tecnologie necessarie per una VR professionale, visita la nostra pagina web dedicata, da dove è possibile scaricare una guida professionale creata da DEVELOP3D e AEC Magazine.
Inoltre, vieni a scoprire le nostre demo live al Fujitsu Forum 2017, che si svolgerà l’8 e il 9 novembre all’ICM di Monaco di Baviera in Germania.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email to someone
 //

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>