Come co-creare un workplace digitale per il futuro

 //

Co-creazione significa molte cose, la più importante delle quali è che non tutto deve essere co-creato.
La co-creazione dovrebbe essere usata per risolvere i problemi che non necessariamente sono visibili oggi.

co-creazione

Co-creare significa coinvolgere partner, vendor e, in alcuni casi, anche competitor, per unire le proprietà intellettuali e le risorse per realizzare soluzioni a problemi che il futuro potrebbe riservare.
La co-creazione dovrebbe iniziare identificando il problema e trovando successivamente la soluzione, senza cercare di adattare tecnologie o soluzioni già esistenti a problematiche nuove.
Questo punto è particolarmente importante nel caso dei servizi per il digital workplace. Vista la velocità di cambiamento del settore, è fondamentale scegliere un approccio proiettato al futuro quando si introducono nuove soluzioni.

Porsi le giuste domande

Gettiamo le basi dei nostri progetti di co-creazione considerando anche le abitudini della generazione di impiegati e clienti del futuro.
Ormai gli utenti si stanno abituando ad accedere ai servizi come e quando vogliono attraverso l’on-demand e il mobile e a personalizzarli a seconda delle proprie preferenze personali.
Unendo le risorse di diversi operatori, possiamo sviluppare soluzioni che offrano benefici a tutti e ci preparino al futuro.

Un simile processo ovviamente inizia studiando le abitudini e le necessità del consumatore, sia esso un cliente o un dipendente dell’azienda. Come si comporta e cosa influenza il suo comportamento?

Negli ultimi otto anni, grazie a iniziative come BYOD (Bring Your Own Device) e CYOD (Choose Your Own Device), abbiamo a disposizione molti dati che ci possono aiutare a capire come le persone interagiscano con i device e i servizi all’interno del proprio ambiente di lavoro.
Attraverso questa analisi, gettiamo le basi per soluzioni co-create che risponderanno alle necessità future nel settore del mobile e dell’omnicanale. A loro volta, queste nuove soluzioni attrarranno nuovi talenti nell’azienda.

Scegli un approccio end-to-end

Le soluzioni on-demand, omnicanale e mobile stanno eliminando i confini tra i service desk e le soluzioni alle quali si può accedere direttamente dal device dell’utente.
Con l’incremento dei servizi forniti via cloud, per le aziende è diventato sempre più importate  essere in grado di fornire soluzioni per il workplace che siano davvero end-to-end e che possano essere adatte a qualsiasi tipo di vendor, cliente e utente finale.

Questo è uno dei motivi per il quale la co-creazione è la scelta giusta. Per esempio, Fujitsu ha lavorato al fianco di METAWATER per co-creare una soluzione agile che permetta di rendere la manutenzione sul campo il più efficiente possibile.

Il futuro è generazionale

Con il tempo avremo sempre più generazioni che lavorano fianco a fianco e sarà fondamentale che le soluzioni siano co-create.
Mentre la consumerizzazione oggi è il fattore trainante, col tempo ci sarà sempre più bisogno di riconoscere che l’esperienza dell’utente in ambito tecnologico possa essere molto diversa a seconda della generazione di appartenenza.
Quando si sviluppano soluzioni per il futuro, bisogna considerare le persone che lo vivranno…

 //

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *