Published on in Digital Transformation

L’applicazione dell’ ICT al mondo dello sport ha permesso negli anni di monitorare le prestazioni di molti atleti sia come singoli che come squadra.

La più familiare tra le applicazioni dell’ ICT allo sport prevede la digitalizzazione dei movimenti degli atleti attraverso sensori, così da rendere più intuitiva l’individuazione degli errori e accurata l’analisi della tecnica.

Tra le altre occasioni, questo tipo di tecnologia è stata usata nell’estate del 2017 dalla Japanese Windsurf Association – in collaborazione con Fujitsu e Lapis Semiconductor – per migliorare le abilità tecniche degli atleti grazie a un servizio in cloud che ha permesso di visualizzare le loro prestazioni attraverso modelli e grafici 3D.

Senza contare che Fujitsu sta supportando il team Luna Rossa in qualità di Fornitore Ufficiale di Luna Rossa Challenge – Sfidante in vista della prossima 36° America’s Cup.

L’ICT ha riscontrato grande successo anche nel tennis femminile, permettendo all’allenatore di monitorare la prestazione dell’atleta su dispositivi che raccolgono tutti i dati relativi all’incontro in tempo reale. Da quando la Women’s Tennis Association ha introdotto la “on-court coaching rule”, dando la possibilità agli allenatori di entrare in campo per suggerire come migliorare lo stile di gioco sulla base dei dati accumulati, gli incontri sono diventati più avvincenti ed equilibrati.

Alla luce dei miglioramenti apportati dall’ ICT nel panorama sportivo, Fujitsu ha deciso di espandere la propria filosofia della Human Centric Innovation e intraprendere anche la strada dell’IA x Sports (Artificial Intelligence meets Sports). Nonostante – grazie all’ ICT – sia possibile registrare e digitalizzare in tempo reale qualsiasi dato o valore riguardante la prestazione di un atleta, il grande limite della tecnologia rimane la necessità di avvalersi del contributo umano per processare gli input.

Attualmente Fujitsu, in collaborazione con la Japan Gymnastics Association, sta lavorando allo sviluppo della tecnologia necessaria per supportare le valutazioni tecniche dei giudici e renderle più accurate e imparziali possibili.

Con l’IA si può arrivare, infatti, ad automatizzare il procedimento di lavorazione dei dati raccolti grazie all’IoT. Fujitsu anticipa l’introduzione dell’IA x Sports nel settore del data collection attraverso l’uso di tags. Il tagging è fatto manualmente da analisti umani esperti dello sport mentre seguono l’incontro. Se si riuscisse quindi a condurre il lavoro di tagging con l’IA, si lascerebbe più tempo agli analisti per analizzare il gioco e si riuscirebbe a fornire nuovi dati e informazioni in tempo reale agli spettatori. Considerando, inoltre, che l’image processing è il punto forte dell’Intelligenza Artificiale, si presume che con un alto numero di esempi di classificazione da cui imparare, l’IA potrebbe rappresentare un valido sostituto degli umani nel processo di tagging.

L’esplorazione dell’applicabilità dell’Intelligenza Artificiale al mondo dello sport è appena iniziata, ma l’ambizione di Fujitsu con l’IA x Sports è quella di rendere più efficacie l’allenamento degli atleti e piacevole la visione delle gare da casa.

Massimiliano Ferrini

Head of Product Business at Fujitsu Italia
Head of Product Business in Fujitsu Italia, con 20 anni di esperienza nel settore IT, ha il compito di coordinare le attività volte all'incremento delle quote di mercato relative ai prodotti e allo sviluppo del canale di vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *