Published on in Human Centric Intelligent Society

Nel corso degli anni il tema della gestione e del monitoraggio dei disastri ambientali ha assunto sempre più rilevanza a livello internazionale.

Durante le operazioni di ricerca e soccorso, ogni secondo è fondamentale e avere una rapida panoramica della situazione diventa cruciale per agire nel modo più efficiente possibile.

Oggi, grazie all’intelligenza artificiale, ci avvaliamo di sistemi autonomi e istantanei per un monitoraggio costante di qualsiasi disastro ambientale. Da diversi anni, infatti, la ricerca in questo campo è diventata un obiettivo prioritario delle politiche comunitarie e nazionali.

Un esempio interessante – emerso da un recente progetto in Giappone – riguarda l’utilizzo di droni per fornire immagini e dati specifici durante gli tsunami. Una volta analizzati, i risultati vengono rielaborati e trasferiti in tempo reale per, in questo caso, favorire un’analisi dettagliata della situazione da parte dei vigili del fuoco.

A seguito del terremoto del 2011, la prefettura di Miyagi ha avviato programmi di ricerca e iniziative in ambito tecnologico per varare le diverse applicazioni dei droni. Inoltre, nel 2016, la città di Sendai ha istituito il “Cooperative Agreement Between Sendai and NTT Docomo to Pursue Urban Development Using ICT” volto a promuovere una nuova forma di sviluppo urbano aiutato dalle nuove tecnologie.

Al fine di prevedere e minimizzare le minacce alla sicurezza legate ai disastri ambientali, Fujitsu ha quindi iniziato a collaborare con la città di Sendai e NTT Docomo, unendosi al progetto presso le rovine di Sendai Arahama Elementary School.

L’esperimento sfrutta la tecnologia avanzata dei droni, favorendo una più efficace condivisione delle informazioni e lo sviluppo di piattaforme di mappatura e monitoraggio in tempo reale. In questo modo, i vigili del fuoco sono in grado di analizzare la situazione ed evacuare le zone più a rischio.

Nel corso della simulazione, la tecnologia avanzata di Fujitsu ha permesso la mappatura completa dell’area interessata grazie a un dispositivo mobile installato sul drone. Inoltre, per garantire maggiore sicurezza e precisione, la Virtual Private Digital Exchange Technology di Fujitsu è stata integrata nel sistema operativo per il trasferimento di dati.

I risultati dell’esperimento dimostrano quanto adottare questi modelli tecnologici sia cruciale per una riduzione delle tempistiche di rilevazione e, di conseguenza, per garantire una maggiore tempestività di intervento da parte degli operatori.

In futuro, il ricorso ai droni diventerà una pratica comune in un numero sempre crescente di settori. Alla luce degli attuali progetti di ricerca, il drone risulta essere uno strumento efficace, affidabile e conveniente per il monitoraggio dei territori a rischio in maniera costante e in quasi totale automazione.

Elena Bellini

Corporate Communication Manager at Fujitsu Italia
Corporate Communication Manager in Fujitsu italia, ha il compito di guidare le attività di comunicazione interna ed esterna della società e le attività locali di responsible-business. Collabora e fa parte del team di corporate communication, che si occupa della gestione della comunicazione a livello Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *